News ed eventi 03/17/2022

Forte allarme da ASSOBETON

Il settore della prefabbicazione in calcestruzzo rischia la paralisi di fronte agli imprevedibili, continui e incontrollabili aumenti dei costi, ulteriormente aggravati dal conflitto in Ucraina. Sempre più difficile il reperimento delle materie prime e in folle impennata i prezzi dei fattori di produzione, dei trasporti, dell’energia.

Per ASSOBETON “Nell’immediato futuro l’esecuzione degli appalti sarà possibile solo adeguando i prezzi finali ai costi effettivamente sostenuti all’atto della produzione e dell’effettuazione delle opere e implementando un sistema di controlli su fenomeni speculativi che potrebbero avere un impatto devastante sulla sostenibilità del mercato”.

Alberto Truzzi, Presidente ASSOBETON, confida in una presa di coscienza generalizzata e in un intervento di tutela istituzionale: “Le aziende associate ad ASSOBETON si prestano a svolgere la propria missione eseguendo, con attenzione ai bisogni del cliente, i lavori di costruzione di competenza, ma non possono subire passivamente gli effetti della scarsa reperibilità e dell’aumento imprevedibile dei costi delle materie prime, dei semilavorati e delle prestazioni di opera. Confidiamo nel medio termine il ritorno a condizioni operative più consone, auspicando, nel frattempo, non soltanto la comprensione e la collaborazione della Clientela, ma anche e soprattutto la correttezza di tutte le parti coinvolte, oltre che un diretto intervento degli organi di competenza su possibili eventi speculativi. Solo così si potrà garantire la continuità operativa e gli elevati standard che da sempre assicuriamo a tutti i nostri interlocutori e potremo affrontare questa fase così critica per l’economia del Paese.

Print Friendly and PDF